Intervista a Gettermachine da M.H.


LOGO-MR-REGISTRATO-HP

1 – Ti va di raccontare come nacque la tua passione per il modellismo e il Metal Robot?

Certamente,con piacere! Credo che il modellismo abbia fatto sempre parte del mio DNA, ricordo infatti che sin da piccolo avevo la passione di lavorare con degli attrezzi, costruire oggetti, aprire giocattoli per verificare come fossero fatti al loro interno e per capirne il loro funzionamento. A consacrare questa mia passione fu comunque una macchinina radiocomandata con motore a miscela che mi fu regalata per il mio decimo compleanno. Ne fui stregato nell’anima e da quel momento il modellismo e il collezionismo mi sono entrati nel sangue! Negli anni, questa mia passione si è sempre più consolidata fino ad abbracciare diversi settori modellistici e collezionistici. Oggi per me l’acquisto di un nuovo pezzo per la mia collezione o la costruzione di un modello, sia statico che dinamico, mi offrono una sana e indicibile emozione, che tutti i modellisti e collezionisti ben conoscono. Con l’arrivo e l’evolversi di internet sono stato in grado di conoscere un’infinità di modellisti e collezionisti e di vivere molto prima di altri la nascita ed il fenomeno dei modellini della linea Soul of Chogokin di casa Bandai. Grazie proprio a questi ultimi ho stretto una forte amicizia con altri appassionati e cosi è nata col tempo l’idea di creare un forum ed un sito col nome di MetalRobot (Metallo Robot) specializzato e suddiviso in vari settori, che amiamo e coltiviamo con grande passione.

2 – Metal Robot nell’arco di pochi anni è diventato sicuramente uno dei migliori forum italiani per quanto riguarda il modellismo robotico. A cosa è dovuto il suo successo?

Grazie mille per i complimenti! Credo che il successo che in breve tempo MetalRobot ha raccolto e sta raccogliendo, sia dovuto in primis all’utenza che è eccezionale e che ci segue e ci ha seguito con affetto dopo un cambio di piattaforma e una ripartenza da zero del forum. Un altro tassello che credo molto importante nella crescita di MetalRobot, è da ricercare nella sua struttura. Abbiamo infatti cercato di creare non il solito forum ma un forum-database molto schematico e settoriale che ha come scopo principale quello di raccogliere in sé e di fornire agli utenti che ci seguono sempre le ultimissime info e news del settore! Non di meno importanza il forum offre la possibilità a tutti gli amici che nutrono gli stessi interessi di condividere le proprie emozioni con altri grandi appassionati, favorendo l’interscambio di oggetti tra privati alimentando in oltre un notevole sviluppo di mercato che ruota inevitabilmente intorno al mondo dei modelli. Tra l’altro l’acquisizione delle varie opinioni fa comprendere agli appassionati quali potrebbero essere quegli esemplari destinati ad acquistare nel tempo un certo interesse collezionistico e perchè no anche di valore commerciale.

3 – Il collezionismo dei vari SOC, Revoltech e altri tipi di modellini, è un fenomeno che pian piano sta crescendo anche in Italia. Vi sentite una parte contribuente a questa crescita?

Senza risultare presuntuoso, posso rispondere di si! Nel nostro piccolo io e lo staff di MetalRobot stiamo facendo conoscere questo stupendo settore a molti nuovi giovani collezionisti, che ci chiedono ogni giorno informazioni sui modelli di prossima uscita, sul dove reperire quelli già rilasciati sul mercato, su quali scegliere etc. Molti di loro dopo essere partiti collezionando solo gokin sono passati anche ad altro proprio grazie alla comunità di MetalRobot.

4 – Il modellismo, per quanto riguarda i robot, ha subito “un’evoluzione” nel corso degli anni?

Ovviamente si, c’è stata e ci sarà ancora in futuro un’evoluzione tecnica esponenziale del settore modellistico robotico.
I nuovi model kit in plastica di Gundam che Bandai sta presentando sul mercato ne sono un esempio pratico, sono dei veri e propri capolavori di tecnica ingegneristica che ad ogni nuova uscita rendono quasi obsoleta la precedente per l’apporto di novità che presentano. Anche il settore dei super robot die-cast è in continuo fermento sotto il profilo tecnico, articolazioni più funzionali, assemblaggi e materiali più rifiniti e di ottima qualità, modellini sempre più fedeli alla loro controparte animata, e il tutto trova conferma nella nuovissima linea Super Robot Chogokin targata Bandai.

5 – Da inesperto di modellismo quale sono, ti chiedo: quali sono le caratteristiche di un ottimo modellino? Cosa lo distingue da un prodotto di bassa categoria?

Molto spesso si è portati a pensare che più alto è il prezzo del modello maggiore è la qualità che troveremo al suo interno,ma non è sempre cosi! Molto spesso sul prezzo incide più la tiratura, la rarità o il nome della ditta che lo produce rispetto ai materiali usati. Fatta questa premessa c è da dire che un prodotto di buona fattura deve presentare le seguenti caratteristiche:

Parti metalliche e plastiche pulite, non devono presentare sbavature di materiale, difetti di stampaggio, o deformazioni antiestetiche;
Un assemblaggio di ogni singola parte curato e pulito degli incastri molto precisi, solidi e privi di gioco tra loro;
Una stesura della vernice omogenea, spessa e priva di colature o imperfezioni(come piccoli puntini superficiali, scrostature etc);
Una buona percentuale di metallo;
La giusta dotazione di accessori.
Complessivamente il materiale usato per la realizzazione del nostro modello deve assicurare la propria inalterabilità e durata nel tempo.

6 – Che consigli daresti a chi vuol affacciarsi al mondo del modellismo robotico?

Per tutti coloro che vogliono entrare in questo stupendo mondo, ritengo che il miglior consiglio che gli si possa dare sia quello di avere la pazienza e la costanza di acquisire più informazioni possibili da coloro che vivono l’esperienza del collezionismo già da lungo tempo, acquistare riviste specializzate ed entrare nei vari forum per leggerne i commenti, in modo da poter elaborare delle proprie opinioni. Gli eventuali primi acquisti dovranno essere fatti senza farsi prendere da facili entusiasmi e senza spendere cifre astronomiche, in quanto non è detto che la passione sia reale e duratura. Inoltre bisogna avere la consapevolezza che l’oggetto che andremo ad acquistare sia finalizzato solo a donare a se stessi l’emozione di possedere qualcosa che ci piace veramente, senza mai curarsi del fatto che un giorno aumenterà o diminuirà il proprio valore commerciale.

7 – Ti ringrazio tanto per la tua disponibilità e simpatia nell’avermi concesso questa intervista! Grazie, alla prossima!

Grazie a te per l’opportunità e per lo spazio che hai concesso a me e a Metal Robot.