[News e Anteprime] Bandai : Soul Of Chogokin-02R Great Mazinger “Tokyo Limited”


Share

La Bandai pubblica in rete le prime immagini ufficiali del nuovo Soul Of Chogokin-02R Great Mazinger “Tokyo Limited” . Il modello sarà una esclusiva limited venduta nel nuovo negozio Bandai che ha aperto ufficialmente il 27 Aprile 2019 . Il nuovo Store è situato nell’edificio Hulic & New Akihabara nel quartiere Chiyoda-ku di Tokyo . L’unica differenza rispetto al vecchio Soul Of Chogokin-02R Mazinger Z Restyling e che il nuovo avrà il nome del negozio sulla targhetta. Lo si potrà acquistare dal 21 settembre 2019 al prezzo di 11.880 yen .

ROBOT

NOME: Grande Mazinga

ALTEZZA: 181 mm

MATERIALI: Metallo – Plastica – Gomma

PESO: 387 grammi

TRASFORMABILE: No

COMPONIBILE: No

ARTICOLAZIONI: Miste

FINITURA: Lucida

ACCESSORI

MATERIALI: Plastica

BASETTA ESPOSITIVA E PORTA ACCESSORI: Si

PORTA ACCESSORI: No

LIBRETTO ILLUSTRATIVO: Si

DESCRIZIONE

Come per il GX 01, anche per il GX 02 è il momento di “rifarsi il trucco”; infatti arriva sul mercato il GX 02R. Come per i precedenti Mazinga, anche questo modello ha bisogno dell’ assemblaggio di alcune parti per essere esposto. Varie recensioni su internet elencavano una serie di migliorie funzionali ed estetiche apportate alla versione R rispetto alla normal. Tra queste ricordo: un aumento di 1 cm in altezza, nuovi attacchi per gli scramble e la pettorina, nuove articolazioni delle braccia, nuova forma del busto e, in ultimo, una nuova articolazione del collo. In realtà gli unici interventi effettuati sul modello hanno riguardato, invece:

 un nuovo disegno dell’apertura dell’articolazione del collo nella parte posteriore del busto, ora molto più grande di quella dello 02. In questo modo la semi-nuova articolazione del collo può lavorare più liberamente, consentendo una maggiore inclinazione all’indietro della testa.

 nuove cosce, ora cromate, più ampie in circonferenza, più lunghe di 2mm circa e realizzate in metallo.

Purtroppo, montando le nuove cosce sulle vecchie gambe dello 02, esse urtano inesorabilmente contro le ginocchiere; la conseguenza di questo mix di parti se da una parte rende il modello più accattivante, dall’altra fa in modo che gli arti inferiori non riescano ad essere perfettamente distesi come nello 02, ma rimangano leggermente flessi. Tra gli accessori, invece, è completamente nuovo il disegno dello Scramble Dash, il profilo delle ali del Great Booster e la colorazione dell’impugnatura delle spade diaboliche. Sono stati aggiunte anche le mani aperte per simulare la friendly pose ed uno Scramble Dash chiuso. Al termine della recensione troverete delle foto comparative tra i due modelli.

TESTA

La testa è mobile grazie a due articolazioni a resistenza: la prima consente la flessione in avanti e l’inclinazione posteriore molto più ampia rispetto al GX 02, grazie al nuovo disegno del busto; la seconda permette la rotazione verso destra e sinistra sul proprio asse. Il Brian Condor è, come sempre, rimovibile.

BUSTO

Il busto è un pezzo unico non articolato. All’altezza dell’ombelico troviamo il missile centrale, azionabile tramite un pulsante posto sul fianco sinistro del bacino. La piastra pettorale a forma di V è rimovibile, tramite un sistema ad attacco calamitato. Tra le scapole trova posto l’attacco per il Great Booster e per lo Scramble Dash.

SPALLE & BRACCIA

Le spalle del modello sono movibili grazie a due articolazioni: una a scatti per la flessione, l’estensione e la circonduzione, l’altra per il movimento di abduzione e di adduzione del braccio. 
L’estensione e la flessione del gomito sono affidate ad un’articolazione a resistenza, montata in maniera fissa sull’avambraccio ed in maniera rimovibile sul bicipite tramite un sistema a calamita. Come nelle precedenti versioni, questo sistema permette di sostituire con molta facilità gli avambracci standard con quelli optional. Le mani sono intercambiabili, grazie ad un perno fisso montato sull’avambraccio all’altezza del polso, che si inserisce a pressione all’interno dei fori posti nella parte posteriore delle mani.

ARTI INFERIORI

Le anche effettuano: la flessione, l’estensione, l’abduzione e l’adduzione delle cosce. Il ginocchio è articolato a scatti e la gamba può ruotare sul proprio asse in entrambi i sensi. La caviglia è dotata di un’articolazione sferica che permette al piede di effettuare la flessione, l’estensione, la supinazione, la pronazione e la rotazione interna ed esterna. Nella parte posteriore dei polpacci sono alloggiati gli alettoni di volo a scomparsa, che funzionano a scatto e vengono azionati da un pulsante nascosto dietro le caviglie e, per azionarli, basta mandare nella sua massima flessione plantare il piede.

SCRAMBLE DASH – GREAT BOOSTER & ACCESSORI

Gli accessori, lo Scramble Dash ed il Great Booster sono realizzati in materiale plastico. Gli Scramble Dash sono due e sono completamente nuovi nel disegno: uno ha le ali fisse in posizione retratta, l’altro invece le ha in posizione aperta. Anche il Great Booster è stato rivisto: la prima modifica ha riguardato le ali (ora sono in posizione da volo agganciato e non più da volo autonomo , la seconda ha interessato il puntale che, ora, è fisso. Come per la pettorina a V (Grande Boomerang), il Great Booster e gli Scramble Dash si agganciano al Grande Mazinga tramite un attacco calamitato.

VERNICIATURA

Come per il GX 01R, Bandai ha scelto di cromare le cosce dello 02R, cosa comprensibile visto che i due modelli andrebbero esposti insieme. La finitura della vernice è lucida, ben distribuita e molto spessa. Altro cambiamento cromatico ha riguardato le due spade in dotazione: ora non hanno più le impugnature totalmente cromate color oro, come nello 02, ma sono verniciate nella parte centrale con una tinta color marrone.

DIFFERENZE

L’articolazione del collo (riquadro rosso): nella versione normal (N) si fissava su due guide all’interno del busto, ora, nella versione R, è stata integrata con gli attacchi dello scramble e della pettorina. 
Questi ultimi sono rimasti, invece, invariati (riquadro giallo).

[Recensione] Bandai: Soul of Chogokin GX-02R Grande Mazinga

Share

kengiu

Informazioni su kengiu

Ho cominciato collezionando e leggendo i manga ai tempi della defunta granata press che ai tempi pubblicava le serie di Ken il Guerriero e i cavalieri dello Zodiaco, serie che avevo apprezzato in TV da piccolo. Col passare del tempo ad anime e manga si è aggiunta la passione per i modellini, in collezione cerco di avere i personaggi della mia infanzia ma anche quelli che seguo nelle serie anime e film che escono ad oggi. Anime, Manga e robot e una sana dose di follia è quello che mi accompagna ogni giorno!

Lascia un commento