[Recensione] King Arts: Mazinger Z “Exclusive Version”


Share

Produttore: King Arts International
Data di rilascio: 20/09/2017
Prezzo: 1980 HKD (216 euro)
Dimensioni scatola (mm): L 360 x H 260 x P 120
Materiali: METALLO, ABS, PVC
Altezza: 24cm
Peso 370 g (436 con jet scrander)

SCATOLA

Brown box dedicato e rifinitura opaca. La scatola presenta un’apertura a libro calamitata, che nasconde una finestra chiusa da una sagoma che riproduce i contorni del modello. La finestra è protetta internamente da una pellicola per evitare che si rovini sfregando col blister contenete il modello. Il blister è di qualità, abbastanza rigido e con rifinitura opaca.

All’interno troviamo il modello montato con i pannelli normali, tutte le parti per la versione “damaged “, due effetti “fiamma/reattori”, gli iron cutter, un hover pilder con ali pieghevoli, una coppia di mani aperte, jet scrander e testa dello doublas m2 (versione exlusive), 7 pile lr521 e 4 pile lr 621 (assenti nella mia scatola per motivi di spedizione), libretto d’istruzioni e avvertenze. Grossa mancanza una stand espositivo o una basetta!

IL ROBOT 

Configurazione normale

Configurazione con circuiti a vista

(Il modello è completamente smontabile e i circuiti sono riprodotti sia davanti che dietro.)

Per mascherare lo snodo del busto meglio lasciare il guscio posteriore.

In questa foto con tutti i pannelli posteriori.

Configurazione damaged

Jet Scrander 

Le ali sono fisse nella posizione “aggancio”. Possibilità di tre configurazioni: normale, circuiti a vista e damaged.

Sotto troviamo l’alloggiamento per le batterie e il perno estraibile per l’inserimento nel busto del Mazinga.

Il pannello della schiena presenta uno sportellino apribile che va ad infilarsi nelle fessure dello jet scrander.

Le pannellature possono essere asportate sia davanti che dietro mostrando i circuiti interni. Per la “damaged version “ ci sono i pannelli dedicati e le estremità delle ali si staccano mostrando il telaio interno danneggiato.

Il cinturone presente anche lui in doppia cofigurazione si aggancia separatamente in maniera ben salda e precisa tramite la calamita.

Con jet scrander agganciato.

Modalità “damaged” con scrander.

Con un peso di 370 grammi in versione normale senza jet scrander il robot risulta leggero, tutta la corazza è in materiale plastico. A detta della King arts una lega di plastica particolare. Risulta molto leggera e rigida. Sotto una foto del retro di un pannello dove si vede la plastica non verniciata. Data la leggerezza e la bassa percentuale di metallo, non gratifica coloro che vogliono sentire in mano il modello.
Consideriamo però la natura del prodotto, e cioè un’action figures e non chogokin.

Il metallo, rilevato personalmente, dato che King Arts non ha mai specificato dove e quanto, è presente, nei due pannelli scorrevoli dei gusci del busto normale, nelle cosce e nei piedi,

le altre versione di pannelli del busto non hanno piastrine scorrevoli

Armi

Come dotazione di armi troviamo:
– Iron cutter, inseribili allargando leggermente i gusci degli avambracci.
Il fissaggio avviene a incastro più calamita.
– Missile centrale: visibile montando l’apposito pannello
– Missili perforanti: non c’è bisogno di staccare e attaccare pezzi. C’è un perno estraibile e ripiegabile di 90 gradi.

Posabilità

Testa e collo sono indipendenti e possono ruotare e inclinarsi per tutto l’arco della corsa. Rotazione completa di 360 gradi. La spalla si alza a 90 gradi, e può ruotare di 360 gradi. Rotazione sia del bicipite che avambraccio. Polso con ball joint che permette un buon movimento. Gomito può piegarsi a 90 gradi, si può andare oltre sfruttando il meccanismo del lancio missili.

Snodo della spalla: a sinistra tutto giù, a destra tutto sù.

Lavora anche in chiusura ed apertura

Doppio snodo sul busto che permette di inclinare e ruotare sia il petto che l’addome indipendentemente.
Inoltre è allungabile per aumentare le corse

La gamba può essere estratta , il ginocchio ha lo snodo a scatti

Caviglia estraibile , piede snodato, e rotazione

Impianto luci a Led

Illuminazione per pettorine, occhi, braccia per accentuare la fiamma del lancio del pugno, e nei reattori del jet scrander. Per un totale di 11 pile.

Testa del mostro Doublas (versione exclusive)

Realizzazione all’altezza del resto della figura.

Calamita sulla mano e la testa di doublas m2

Conclusioni

24 cm di modello, sculpt fedele all’originale ma arricchito da dettagli che lo modernizzano al punto giusto, pannelli asportabili ovunque, meccanismi riprodotti anche dietro, danneggiamenti anche dietro, luci Led e posabilità estrema.
Come mancanze abbiamo, l’assenza di uno stand dedicato, indispensabile, considerando la possibilità di pose action e la quantità di accessori, oltre al fatto che valorizzerebbe il modello. Ho trovato un po’ morbidi gli snodi delle anche. Ottima la qualità della verniciatura, e buona la rifinitura dei particolari, non sempre precisa. Per tutto ciò descritto e analizzato lo ritengo il miglior Mazinga in corcolazione e il prezzo di listino di circa 215 euro abbastanza proporzionato.

Photogallery

Recensione a cura di Etnad (Dante) del nostro Forum!

Share

kengiu

Informazioni su kengiu

Ho cominciato collezionando e leggendo i manga ai tempi della defunta granata press che ai tempi pubblicava le serie di Ken il Guerriero e i cavalieri dello Zodiaco , serie che avevo apprezzato in TV da piccolo . Col passare del tempo ad anime e manga si e' aggiunta la passione per i modellini , in collezione cerco di avere i personaggi della mia infanzia ma anche quelli che seguo nelle serie anime e film che escono ad oggi . Anime ,Manga e robot e una sana dose di follia e' quello che mi accompagna ogni giorno !!!!

Lascia un commento