[Consigli Modellistici] Bandai: Riparare i snodi dei S.o.c GX-01 e 02


Share

Come da titolo, in seguito ad problema accaduto ad un nostro utente sul suo amato Gx 02 R, scrivo un piccolo articolo per descrivere come riparare le articolazioni dei GX 01 e 02 senza diventare matti!

Premettendo che la rottura degli snodi di plastica di questi modelli un pò datati è da ritenersi un difetto di fabbrica per il 90 % dei casi è altrettanto doveroso dire che una buona regola sarebbe esporre i die cast in luoghi non troppo esposti alla luce diretta del sole o alle variazioni repentine di calore. Sebbene i S.o.c. della Bandai resistano quasi a tutto ricordiamoci che sono giocattoli costosi e avendo snodi e giunture di diverso materiale la cura è la prima buona regola per la conservazione.

La foto riporta la classica rottura dei perni che uniscono le gambe al bacino dovuta molto probabilmente alla tipologia di mescola della plastica, personalmente questi danni li ho riscontrati quando si utilizzano per lubrificare gli snodi troppo rigidi anzichè ove è possibile, allentare leggermente il serraggio delle viti, degli olii minerali o sintetici che aggrediscono tutti i tipi di plastiche fino a sbriciolarle. Quindi se avete di questi problemi un sistema pratico è allentare il serraggio o spennellare con della polvere di grafite le parti che fanno attrito, è un sistema che si usava e in parte si usa ancora nei vecchi serramenti di porte e finestre non unge e con una soffiata o con un panno l’eccesso si toglie senza lasciare tracce sulle parti cromate o dipinte.

Se il danno ormai si è verificato si può procedere alla riparazione con della colla cianoacrila e della polvere di vetro.
Per chi non lo sapesse esistono diverse marche di colle acriliche rapide o ATTACK ma per queste riparazioni si dovrebbe optare per le meno economiche formulazioni industriali più tenaci ma piuttosto pericolose da trattare, fortunatamente nelle fiere di modellismo si possono trovare dei rivenditori di queste colle che forniscono una buona via di mezzo fra le versioni commerciali praticamente quasi inutili se non per piccoli lavori e le versioni professionali piuttosto impegnative e costose.

La PASCO e la COLLA 21 sono dei buoni compromessi tra il loro rapporto qualità prezzo e forniscono oltre alla colla anche prodotti aggiuntivi per le riparazioni.

La PASCO fornisce per riparare quasi e ripeto quasi tutto un set di colla polvere di vetro e solvente per ottenere incollaggi tenaci. Come si procede ?
Se le parti spezzate sono nette e si possono congiungere in modo preciso basta una punta di colla una forte pressione per 10 secondi e il gioco è fatto, queste colle difficilmente si staccheranno, sarà più facile che lo snodo si spezzi in un nuovo punto. Se invece i pezzi non combaciano perfettamente la polvere di vetro oltre a rinforzare ricostruirà le piccole parti mancanti.
Mettiamo sempre una goccia di cianoacrilato sulle parti da unire le posizioniamo una piccola pressione per qualche secondo quel tanto che basta perché rimangano unite poi con una nuova goccia di colla cercheremo di riempire il pezzo mancante, funziona solo su piccolissimi pezzi ,se ciò che manca è troppo si dovrà ricostruire il pezzo da zero.
Subito dopo metteremo la polvere sopra alla colla fresca questa indurirà quasi istantaneamente l’eccesso lo potete soffiare via e semmai ripetere l’operazione due volte.
Ovviamente non avremo un pezzo regolare, però questo mix di colla e polvere molto duro lo si può limare con una fresa e un trapanino tipo Dremel piano piano non cercate di togliere tutto in un colpo, il risultato che ho ottenuto sul GX 02 di Waldaster è stato questo e a modello riassemblato non si nota più nulla.

I materiali in foto si possono usare con tutti i tipi di cianoacrilati e non necessariamente associarli alle colle in foto ovviamente la resa e’ differente, ultima cosa la sostanziale differenza è che la colla 21 non secca e non si addensa quasi mai o meglio resta liquida per lungo tempo mentre la pasco dopo un paio di mesi tende a diventare densa e perdere il suo potere incollante. In rete comunque esistono prodotti similari con caratteristiche bene o male molto simili.

Spero che questo post sia stato utile , per eventuali informazioni per quello che posso cerchero’ di aiutare volentieri.

Tutorial a cura di Gianmarco che potete contattare e trovare sul nostro forum.

Share

kengiu

Informazioni su kengiu

Ho cominciato collezionando e leggendo i manga ai tempi della defunta granata press che ai tempi pubblicava le serie di Ken il Guerriero e i cavalieri dello Zodiaco, serie che avevo apprezzato in TV da piccolo. Col passare del tempo ad anime e manga si è aggiunta la passione per i modellini, in collezione cerco di avere i personaggi della mia infanzia ma anche quelli che seguo nelle serie anime e film che escono ad oggi. Anime, Manga e robot e una sana dose di follia è quello che mi accompagna ogni giorno!